CLUBHOUSE: potere alla voce!

Da 24 ore sono su Clubhouse e devo fare questa confessione: ieri pomeriggio mi ha completamente risucchiata!

Clubhouse è un nuovo social network, basato completamente ed esclusivamente sulla condivisione vocale: entrando troverete le “room” in tante lingue diverse, che trattano temi diversissimi; organizzate da persone più o meno note, che parlano in diretta del “topic” (argomento) scelto. Entrerete come spettatori, il microfono non potrà essere attivato ma potrete ascoltare gli altri “speaker”. Ma se alzate la mano, i moderatori (evidenziati con un pallino verde) vi potranno inserire tra coloro che partecipano attivamente alla conversazione.

Cosa mi piace?

Innanzitutto mi piace che per adesso si sia in “pochi”. In italiano la maggior parte delle stanze sono piccole; permettono di partecipare attivamente e di essere coinvolti in discussioni interessanti. Questo anche perchè, per adesso, accedere a Clubhouse non è facile: bisogna essere invitati da qualcuno che è già presente sulla piattaforma (che ha a disposizione solo due inviti).

Adoro l’orizzontalità del social, che si contrappone alla verticalità della maggior parte dei social: le relazioni tra i partecipanti sono potenzialmente paritarie. Si deve essere pronti ad un confronto, ad un dialogo, ad ascoltare chi non la pensa come noi, che magari ha un’opinione propio diametralmente opposta alla nostra! Su Facebook o Instagram, per esempio, i “creators” sono poche persone, che sono padrone dei loro “spazi”, ne decidono le regole e difficilmente si può avere un confronto diretto con chi crea questi contenuti. Su clubhouse non è così. Di questo ne ho avuto un palese esempio ieri partecipando ad una room molto interessante che si chiamava “Quegli degli ex” (una ex vita, una ex persona, …). In questa room, è entrato un personaggio abbastanza famoso su Facebook, che ha espresso un’opinione forte e molto molto discutibile sul Covid: ha cercato di manipolare la conversazione per molti minuti e, forse intimoriti dalla sua “fama” online, i moderatori hanno fatto molta fatica ad arginarlo. Ma l’impensabile (fino ad ora!) è successo: una signora tra gli ascoltatori, ha preso parola e con rispetto, ha fatto un bellissimo contraddittorio. Dopo di lei, molti altri (tra i quali anche io) hanno avuto modo di esprimere la propria opinione in contrasto. Ma il personaggio non era pronto al confronto, non era abituato, ed è uscito arrabbiato dalla room. Un bell’esempio che per entrare su Clubhouse dobbiamo essere pronti a metterci in discussione.

Ad eccezione di un caso, ho partecipato a rooms davvero molto interessanti e arricchenti, sia per i temi e quindi i contenuti, ma anche per la diversità personale dei partecipanti e c’è sempre stato un clima di rispetto, sia dell’opinione altrui che dei tempi di parola. Certo è che un ruolo chiave lo hanno i moderatori, nel dettare i tempi di parola, rilanciare la discussione, controllare il numero di speaker. Ribadisco l’importanza dei moderatori con un pensiero: fa riflettere sull’importanza di una comunicazione regolamentata. La mia paura (non ancora risolta) è che sia un buon “palcoscenico” per chi soffre di esibizionismo, per quelle persone che nei social hanno sempre trovato un luogo di odio, violenza, assenza di rispetto, prevaricazione. Sono molto molto curiosa di vedere come evolverà questa piattaforma.

Mi piace molto la possibilità di creare dei “club”, delle rooms private, ristrette ad un gruppo selezionato di utenti da colui (o coloro) che organizzano il club. Permette di registrare le conversazioni (altrimenti è vietato farlo, pena il ban dall’applicazione), creare eventi periodici, … Ci sto pensando molto, soprattutto per i temi riguardanti la sessualità: potrebbe essere un buono strumento. Il rischio però c’è: è più facile che ci si dimentichi che ci si sta parlando tra/con professionisti, che parlano e riflettono sul sesso e non con qualcuno che sta cercando di trovare del sesso!!!

Se lo avete provato sono davvero molto curiosa di sapere cosa ne pensate e se vi va, mi trovate così:

Chissà che non ci troviamo in qualche stanza insieme oppure che non mi venga la pazza idea di crearne una!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...