Preservativi, femidom e dental dam: tutto quello che devi sapere (vale anche per te, vagina dotata)

Oggi parliamo di metodi a barriera, che servono per proteggersi dalle malattie ed evitare gravidanze indesiderate. Voglio darvi gli strumenti per poter scegliere di mettere al primo posto la vostra salute e il vostro benessere, sia che si tratti di rapporti con penetrazione (pene, dita, oggetti, …) che di rapporti orali (bocca-vulva, bocca-pene, bocca-ano, …). Partiamo da un concetto e chiariamo subito fin dall’inizio: il preservativo non è solo roba da uomini. La responsabilità di fare sesso sicuro è assolutamente qualcosa che riguarda tutti, indipendentemente da sesso e genere. Sarebbe come buttarsi da un aereo pretendendo di aggrapparsi al paracadute di qualcun altro.

698146b66783213974ff827cb865761c

TRA QUALI POSSO SCEGLIERE?

I preservativi, femidom ed il dental dam sono metodi a barriera. Cosa vuol dire? Vuol dire che sono gli unici, tra i metodi contraccettivi, che impedendo il contatto diretto ci proteggono dalle malattie sessualmente trasmissibili.

Il preservativo (o profilattico). E’ un dispositivo medico, acquistabile in farmacia, al supermercato, online, nei distributori automatici esterni alle farmacie, … è il metodo a barriera più utilizzato e conosciuto.

Come si mette? Viene venduto in piccole bustine arrotolato: per essere utilizzato, va inserito sul pene in erezione. Se avete il prepuzio, tiratelo indietro prima di indossare il preservativo; poi, premete la punta del profilattico per far uscire l’aria (SE VI SI ROMPE SPESSO, potrebbe essere che voi non facciate uscire l’aria) e srotolatelo dalla punta fino alla base (se usate del lubrificante compatibile con il preservativo a base di acqua sul lato esterno, scivolerà meglio); l’anello va fissato alla base dell’asta del pene.

GIF-Uso-correcto

Ci sono in commercio ormai infiniti tipi, che variano per diversi criteri:

  • ad ogni pene la sua taglia. Non accontentiamoci di prendere il primo che capita e se lo troviamo scomodo, cambiamolo. I preservativi in genere hanno una misura media tra i 52 e i 53 mm (si tratta di misure nominali, cioè riguardano il diametro del pene); nel caso in cui abbiate bisogno di preservativi di diametro diverso (minore o maggiore), ci sono in commercio davvero tantissime misure. Sia nei negozi, che online. Ripeto, non accontentatevi: vi prendereste mai un maio di mutante strette che vi segano i fianchi e vi rendono impossibile sedervi o semplicemente tirarvele giù, senza morire soffocati o grattarvi le gambe fino alla caviglia? Ma come prendo le misure? Semplice: aiutandoti con un metro, quando il pene in erezione. Lo giri attorno alla base dell’asta del pene.

 

  • Passami il lubrificante. beve ripasso: anche il pene contribuisce alla lubrificazione durante un rapporto intimo con il liquido prespermatico. Il preservativo, infatti, serve a trattenere anche questo. L’uso del lubrificante può essere la svolta, se, appurato che sia della vostra taglia, volete rendere il rapporto più interessante… l’importante  che sia a base d’acqua. In piccole quantità, potete metterne un po’ anche sul glande prima di mettere il preservativo, nel caso in cui vi sia poca produzione del liquido prespermatico.  SE SI ROMPE SPESSO IL PRESERVATIVO potrebbe anche essere che stiate usando un lubrificante NON adatto, un “aiuto” che non è nato per essere un lubrificante (es. no creme per le mani).

 

  • Tutti i gusti più uno. Il preservativo è importantissimo anche durante il sesso orale. Nel caso di contatto bocca-pene, usiamo il preservativo. Esistono preservativi dai mille gusti per rendere ancora più piacevole il vostro momento di intimità e addirittura anche alcuni lubrificanti possono essere ingeriti (in piccole quantità e non tutti, quindi leggete le istruzione; vi dico già che escludiamo quelli a base oleosa). Ma perché mi devo proteggere durante il sesso orale (sia bocca-pene, che bocca-vagina)? Perché si trasmettono diverse malattie, e noi non le vogliamo. Per esempio, il banalissimo herpes alla bocca, può coinvolgere i genitali; alcune infezioni batteriche, come la candida; la gonorrea, la tonsillite, hiv, … insomma, possiamo prevenirle, perché non farlo?

 

  • Un po’ di allenamento potrebbe aiutare. Nel caso in cui abbiate delle remore (nonstante ciò che vi ho scritto sopra) e sentiate il profilattico scomodo, potrebbe aiutarvi usarlo anche durante la masturbazione. Sia per abituarvi alla sensazione, sia per cercare quello che più vi piace.

 

  • proteggi anche i sex toys. Nel caso in cui durante un rapporto facciate uso di oggetti o sex toys, vi raccomando di utilizzare anche su questi i preservativi. Vale tutto ciò che è stato detto finora.

giphy13

 

Il femidom. Questo dispositivo è la versione per vagino-dotate ed alcuni possono essere utilizzati anche da chiunque pratichi il sesso anale. Il femidom non è in lattice. Anche questo è un metodo a barriera e quindi impedisce il contatto diretto.

Come si mette? Nella maggior parte dei casi ha due anelli: quello dalla parte chiusa va inserito profondamente in vagina, il secondo anello, che si trova all’estremità opposta e da dove entrerà ciò che deve entrare. Il femidom può essere inserito qualche ora prima del rapporto, alcune persone per questo lo preferiscono. Non è un dispositivo facile da utilizzare, per questo è importante imparare ad inserirlo, anche in questo caso potrebbe essere utile allenarsi ad inserirlo.

Femidom-come-si-indossa

Alcune cose da sapere sul femidom:

  • al contrario del preservativo, può la stragrande maggioranza dei casi, essere abbinato ad un lubrificante oleoso;
  • è percentualmente MENO SICURO del preservativo, perché più difficile da indossare e più soggetto a spostamenti durante i rapporti;
  • ha maggiore resistenza agli agenti atmosferici (calore ed umidità), quindi si conserva meglio;
  • per questioni psicologiche, legate per esempio al vivere il momento dell’indossare il preservativo come interruzione,  e per la presenza dell’anello in vagina, per alcune coppie aumenta il piacere e l’eccitazione;
  • non tutti possono essere utilizzati per il sesso anale,  informatevi; quello che possono essere usati, hanno l’anello che va inserito in profondità, rimovibile, perchè per il sesso anale va rimosso;
  • può essere utilizzato durante il ciclo mestruale.

download

Il dental dam. La traduzione letterale sarebbe “diga dentale”, non molto intrigante. Nonostante questo, è fondamentale per proteggersi durante il sesso orale: bocca-vulva, bocca-ano o qualsiasi altra parte del corpo.

Come si usa? Si tratta di un quadratino (prevalentemente ma non solo) in lattice che va posizionato sulla zona che vogliamo stimolare; alcuni richiedono di essere tenuti in posizione (da chi pratica o da chi riceve, dipende da ciò che preferite), altri nuovi dispositivi hanno pensato a modi per fissarli, senza bisogno di tenerli con le mani. Con pratica e alcune accortezze, c’è la possibilità di ricavare il quadratino che funge da protezione anche dai preservativi.

giphy (1)

Anche per il dental dam, esistono diversi gusti, colori, … che potrete scegliere in base alle vostre preferenze. Potete usare lubrificanti, con l’unica accortezza che siano a base d’acqua e non oleosi.

Se non volete usarli (E AVETE UNA RELAZIONE STABILE MONOGAMA) e il/la vostr* partner non riesce proprio a convincersi ad usarlo, vi dono questo discorso che ho trovato tra le righe del libro Generazione Sex, la guida felice al sesso ancora più felice (che tra l’altro, è il riferimento bibliografico per la scrittura di questo articolo):

Ti amo troppo per rischiare di sottoporre il nostro rapporto allo stress di una gravidanza indesiderata. E ti amo troppo per rischiare di contagiarti con qualcosa che posso aver preso dal sedile di un water, fuori casa. (Omettete di dire con chi eravate sul sedile del water). Quindi, se per tutti e due stare insieme è importante, pensiamo ad una strategia per abbandonare il preservativo. Dovremo fare un test per controllare se siamo portatori di malattie a trasmissione sessuale e cominciare a usare un metodo contraccettivo efficace.

Poi possiamo pensare di eliminare il preservativo.

Aspetto i vostri commenti qui, vi aspetto su Instagram e se vi va, condividete l’articolo con le persone che amate: è un modo dolce per dimostrare loro che ci tenete al loro benessere.

A presto,

Elisabetta

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...